Smartphone

#switchtolumia – Fine di un’esperienza

Nei prossimi giorni il corriere passerà a ritirare i device che ho ricevuto quasi una settimana fa: è stata un’esperienza originale, molto interessante, anche per il fatto di poter provare sul campo gli ultimi prodotti della tecnologia, che altrimenti non avrei mai avuto la possibilità di testare. L’unica cosa che mi dispiace è non poter tenere nulla di ciò che ho avuto l’occasione di ricevere, ma è abbastanza facile capire perchè, visto che, tra telefono e speaker, si parla di oltre 600 euro di valore.. 😀

Sicuramente terrò d’occhio tutte le proposte future di Nokia Italia, e nel caso capitasse un’altra volta di poter testare gli ultimi prodotti, io farò sicuramente parte dei candidati 😀

A presto,

Andrea Gottardi
@AndreaGot

Condividi:

#switchtolumia – Valutazione Nokia Lumia 925

Non sono nuovo all’esperienza di testing del sistema operativo Windows Phone: ho avuto modo di provare, seppur per poco tempo, il Nokia Lumia 520 e il Nokia Lumia 820, ed essendo anche sviluppatore Windows Phone sapevo cosa mi sarebbe aspettato dal punto di vista del software.

Appena ricevuto il Nokia Lumia 925 sono rimasto sorpreso dalle dimensioni: mi piacciono i telefoni con uno schermo grande, e questo smartphone, con il suo schermo da 4,5 pollici, mi ha lasciato davvero un’ottima impressione.

Nella scatola, al momento dell’apertura, ho trovato, oltre allo smartphone: il caricabatterie, l’auricolare, le istruzioni e una specie di spilla, che serve per aprire il vano dove trova posto la MicroSIM, indispensabile per far funzionare tutti gli smartphone della serie Lumia. La MicroSIM è collocata nella parte superiore dello smartphone, a fianco della MicroUSB per la carica e del jack per l’auricolare, ed è stata posizionata qui perchè questo telefono non permette l’apertura della cover posteriore, precludendo quindi anche l’accesso alla batteria

Le differenze con il Nokia Lumia 520 sono evidenti, anche a causa della notevole differenza di prezzo tra i due modelli (che supera i 300 euro): Il 520 è fatto per attirare un pubblico “giovane”, e per questo fa leva su materiali un po’ meno “pregiati”, come la plastica, sfruttandola però in maniera intelligente grazie ai colori, che fanno diventare lo smartphone un oggetto “che si fa notare”, sottolineando la propria originalità.

(altro…)

Condividi:

#switchtolumia – Valutazione JBL PlayUp

Il JBL PLayUp che ho ricevuto nell'ambito del progetto #switchtolumia

Il JBL PLayUp che ho ricevuto nell’ambito del progetto #switchtolumia

Conoscevo già JBL nel mondo dell’audio, e in passato ho avuto modo di verificare come i loro prodotti siano esempio di cura dei dettagli e fedeltà del suono, e anche in questo caso la prima impressione, a scatola appena aperta, è stata senza dubbio positiva.

Lo speaker è arrivato in una scatola che conteneva l’accessorio, in una “cuffietta” di neoprene per il trasporto, e qualche foglietto di istruzioni. Queste ultime non sono servite, tanto era la facilità di utilizzo: con un tasto si accende, e se lo smartphone che si vuole utilizzare possiede la tecnologia NFC (Near Field Communication), l’associazione tra i dispositivi si limita a un semplice tocco, e si è pronti per ascoltare. Nel caso non si disponesse di uno smartphone con tale tecnologia, l’abbinamento avviene in maniera ugualmente semplice, tramite connessione Bluetooth.

Il PlayUp è fatto di plastica, nel mio caso opaca di colore nero, che al tatto sembra molto solida e resistente. È alimentato a batteria, che con la sua durata dichiarata di 10 ore si presta bene ad un utilizzo intenso senza dover essere sempre vicino a una presa di corrente. È composto da 4 tasti: uno piccolo sul retro per l’accensione, vicino alla microUSB per la carica e al jack audio AUX, uno grande sul davanti per effettuare il collegamento allo smartphone (se non si usa NFC), e due pulsanti sopra, vicino agli amplificatori, per la regolazione del volume. La gomma sul fondo blocca perfettamente il prodotto su ogni superficie sulla quale lo si appoggia.

(altro…)

Condividi:

#switchtolumia – Il test continua

Il testing del JBL PlayUp e del Nokia Lumia 925 sta procedendo bene: i due device mi stanno impressionando positivamente, uno per la potenza del suono, sempre pulito e chiaro, e l’altro per la fluidità del software e per l’elevato potenziale dell’hardware.

Sto già iniziando a scrivere le recensioni (anche perchè se aspettassi qualche giorno in più mi perderei sicuramente qualche particolare :P), che verranno pubblicate giovedì 26 😀

Restate sintonizzati e le scoprirete!

A presto,

Andrea Gottardi
@AndreaGot

Condividi:

#switchtolumia – Unpacking e prime impressioni

Dopo tanta attesa..

Dopo tanta attesa..

[foto scattate con il mio Samsung Galaxy Y, la qualità è pessima]

E finalmente, dopo un passaggio a vuoto del corriere e le mie corse di oggi per andare a prendere il pacco in filiale, finalmente posso mettere le mani sul Nokia Lumia 925 e sullo speaker JBL PlayUp che si presentano come nelle foto qui sotto 😀

2

3

Nokia Lumia 925

La mia prima impressione riguardante il cellulare è molto positiva: lo smartphone dà un’idea di solidità fin dal primo momento che lo si tiene in mano, e lo stile, molto lineare, sobrio ed elegante, mi piace tantissimo 😀

Esteticamente è molto diverso dal Nokia Lumia 520 (che ho avuto modo di provare in precedenza): il 520 è più colorato e “giovane”, ma la fascia di prezzo (e quindi di clientela) è diversa, ed entrambi gli smartphone si candidano per poter ricoprire un ruolo di primo piano nel loro settore 😀

JBL PlayUp

Anche per quanto riguarda lo speaker l’impressione non può che dirsi positiva: non sapevo cosa aspettarmi, non avendolo mai visto dal vivo, ma appena aperto ho avuto la sensazione di trovarmi davanti a un prodotto veramente valido.
Devo ancora provarlo a fondo, ma appena avrò modo di ascoltare musica di qualità apprezzabile, posterò le mie valutazioni 😀

A presto,

Andrea Gottardi
@AndreaGot

 

Condividi: